banner0

Luserna deve vivere.

Venerdì 08 Novembre - 08:00

Ducentottantasei anime residenti, otto preziosissimi bimbi che frequentano allegramente il servizio educativo 0-6 anni attivo in paese. Sono queste le cifre della "resistenza cimbra", il presente e il futuro di Luserna. A questa realtā - alla fatica quotidiana per dare prospettiva alla minoranza linguistica germanofona qui insediata - ha voluto prestare particolare attenzione l'Ufficio di Presidenza del Consiglio provinciale di Trento. Il presidente Walter Kaswalder l'ha riunito in quota, in un locale dell'Istituto culturale cimbro, dove gli ospiti sono stati accolti dal presidente Gianni Nicolussi Zaiga e dalla direttrice Annamaria Trenti.

La nostra Piattaforma multimediale